• Per appuntamenti:
  • 0761/304727

Lun - Mar - Gio ( dalle 14 in poi )

Studio Ortopedico Zucchi
Slider

INFILTRAZIONI VIA ECOGUIDATA ALL'ANCA

L’artrosi dell’anca può profondamente influenzare la capacità di condurre una vita attiva normale, limitando la capacità dell’individuo di camminare.
L’artrosi può avvenire sia in seguito ad una storia post-traumatica dell’anca, sia essere la conseguenza fisiologica della degenerazione articolare sia essere geneticamente determinata in quanto la morfologia articolare può condurre alcune persone a sviluppare una alterazione articolare anche in giovane età. In tutti questi casi l’articolazione perde la sua originaria conformazione, si deforma, determinando limitazioni importanti alla deambulazione e alla vita di relazione.
Sintomi.
I sintomi di una articolazione dell’anca degenerata di solito cominciano con la sensazione di dolore che compare mentre si esegue uno sforzo (sollevare un peso) dalla parte dell’anca interessata. Successivamente può comparire una zoppia durante il cammino, questo è il modo che il nostro corpo utilizza per difendersi e per non sovraccaricare l’articolazione coinvolta. La degenerazione articolare condurrà ad una riduzione della capacità di movimento dell’anca coinvolta, inizialmente con difficoltà ad indossare calze e scarpe. La sintomatologia dolorosa progredirà inesorabilmente nel tempo così come la degenerazione dell’articolazione.
Diagnosi
La diagnosi di un’anca degenerata comincia con una completa raccolta dei dati relativi al paziente, un esame obbiettivo ed una valutazione clinica del paziente. Una radiografia sarà richiesta per determinare il livello di estensione del processo degenerativo e per suggerire la causa della degenerazione. Spesso lo studio viene completato da una RMN che ci permette di valutare l’estensione del processo anche ai tessuti molli articolari.
Studio ortopedico Zucchi Viterbo: infiltrazioni, gel piastrinico, artrosi dell'anca
Studio ortopedico Zucchi Viterbo: infiltrazioni acido ialuronico, artrite anca, prp
Studio ortopedico Zucchi VIterbo: infiltrazioni ecoguidate, artrosi dell'anca, infiltrazioni acido ialuronico
Trattamento 
Il trattamento definitivo di un’anca artrosica è la sostituzione dell’articolazione con una Protesi totale di anca, trattamento che viene eseguito quando la sintomatologia dolorosa non è attenuata dalla terapia fisica e farmacologica. Oggi è possibile attuare una terapia conservativa dell’anca artrosica, senza somministrazione di farmaci antiinfiammatori iniettando sostanze lubrificanti e nutritive della cartilagine residua all’interno dell’articolazione interessata. Le infiltrazioni di acido ialuronico sono utilizzate nel trattamento conservativo dell'artrosi. Questa tecnica, sperimentata per la prima volta all'inizio degli anni '70 del secolo scorso, prevede l'iniezione intra-articolare di sodio ialuronato. Da allora, studi internazionali e ampie casistiche hanno confermato l'efficacia delle infiltrazioni di acido ialuronico, soprattutto nel trattamento della gonoartrosi (artrosi del ginocchio) e della coxoartrosi (artrosi dell'anca).Lo scopo della “lubrificazione dell’anca “ è quello di migliorare la sintomatologia dolorosa e di posticipare nel tempo l’eventuale atto chirurgico.
Abbiamo un’esperienza decennale su questo trattamento, avendo infiltrato più di 5000 pazienti negli ultimi anni.Il ciclo di trattamento comprende 3 iniezioni a distanza di circa 30 gg l’una dall’altra, i benefici dovrebbero essere immediati al termine di ogni singola infiltrazione e prolungato per 9 mesi successivi. Qualora il trattamento dovesse apportare un significativo beneficio sulla sintomatologia dolorosa in un anca seriamente compromessa , il ciclo di 3 iniezioni potrebbe essere ripetuto ogni 8-10 mesi. Tale trattamento viene effettuato in ambiente ambulatoriale con la preparazione di un campo sterile; viene eseguito sotto guida ecografica allo scopo di avere la certezza di iniettare il farmaco nell’articolazione. Viene utilizzato un acido ialuronico a medio/alto peso molecolare con proprietà meccaniche idonee all’anca. L’acido ialuronico intrarticolare, oltre ad avere una funzione meccanica di ridurre l’usura da attrito dei capi articolari, presenta anche una funzione “trofica” sulla cartilagine ancora presente, rendendola più resistente al progredire della degenerazione artrosica.

Benefici ed Efficacia
Nei pazienti affetti da artrosi è possibile osservare anche una diminuzione delle proprietà viscoelastiche del liquido sinoviale. Siamo gli unici a Viterbo e nella provincia a garantire questo tipo di terapia.  Da qui, il razionale d'uso delle infiltrazioni di acido ialuronico direttamente nell'articolazione artrosica, alle quali vengono ascritti benefici come:

  • attenuazione del dolore, miglioramento della mobilità articolare e prevenzione del degrado cartilagineo con miglioramento delle attività di vita quotidiana
  • effetto antinfiammatorio, con riduzione del versamento intra-articolare
  • ricostruzione dello strato amorfo superficiale della cartilagine
  • aumento della densità dei condrociti (cellule della cartilagine)
  • efficacia clinica per almeno 6 mesi - 1 anno dopo il ciclo di infiltrazioni

ESPERIENZA DECENNALE NEL TRATTAMENTO DELL'ANCA ARTROSICA MEDIANTE INFILTRAZIONI

Con le infiltrazioni intrarticolari di acido ialuronico, divesi studi hanno evidenziato un netto miglioramento delle condizioni cliniche per quanto riguarda il dolore, la rigidità dell'arto e la difficoltà di movimento, che rappresentano i sintomi tipici e più fastidiosi nei pazienti con artrosi